Negli Usa, più precisamente sui mercati agricoli americani, stanno per fare il loro ingresso le patate OGM, che se fritte contengono molto meno acrimalide (sostanza molto tossica che si forma durante il processo di cottura, a temperature elevate, negli alimenti ricchi di carboidrati) e quindi più sicure per la salute: Innate potato.  Questa nuova creazione è stata ottenuta mescolando diversi geni di diverse patate  per produrre meno acrimalide quando vengono fritte, inoltre sono più  resistenti alla formazione di macchie marroni che spesso impediscono la vendita di ampie partite di patate.”Stiamo usando geni sempre provenienti dalla patata, spiega Haven Baker, responsabile del progetto alla Simplot, l’azienda produttrice, perché crediamo che possa essere accettata più facilmente”. Si attende con ansia nei prossimi giorni l’ok della FDA, che certificherà la sicurezza per i consumatori. Anche se  gli attivisti del Center for Food Safety al New York Times contrari al metodo di produzione dell’ Innate potato, cioè l’Rna interference,  affermano che : “‘Pensiamo che sia prematuro approvare una tecnologia che non è stata adeguatamente regolata, siamo pronti a ricorrere in tribunale contro l’approvazione”.

 


Tag:, , , , , , , ,