Da adesso in poi anche chi avrà la protesi potrà sentire caldo, freddo o umidità. Si chiama e-skin  ed è una pelle sintetica realizzata con nano nastri di silicio contenente  sensori che misurano sforzo, pressione e temperatura, così come umidità e caldo, ed è percorsa da una rete di micro-elettrodi che simulando la stimolazione nervosa  trasmettono i segnali al cervello.  Il tutto è stato realizzato grazie ad uno studio dell’Università di Seul pubblicato su Nature Communications. Durante i test effettuati è stato possibile sentire perfino l’umido e l’asciutto della pelle del neonato del cambio pannolino. Si aprono nuove frotiere in tema di protesi.

 


Tag:, , ,