L’impennata influenzale sta tardando ad arrivare con le temperature che solo negli ultimissimi giorni stanno calando, quindi a Natale tutti in perfetta forma a scartare i regali con amici e parenti. Ma il rientro post natalizio in ufficio e a scuola non sarà lo stesso, infatti è il mese prossimo il periodo buio che vedrà tante persone a letto che durerà fino a marzo, almeno secondo le stime effettuate. A questo proposito il virologo dell’Università degli Studi di Milano Fabrizio Pregliasco afferma: “ci si aspetta una stagione influenzale intermedia, con 3,5-4 milioni di casi in Italia  e 6 milioni di italiani colpiti dai virus ‘cugini’ che da tempo imperversano. Anche se in questi giorni dagli Stati Uniti arriva qualche preoccupazione su una variante virale inattesa, l’H3N2, che potrebbe portare a un’epidemia più intensa del previsto”.


Tag:, , , , ,