Da oggi 19 gennaio 2015 si apre l’anagrafe per le api, la loro presenza sul territorio nazionale , come la loro produzione la loro portata di sciame e il loro decesso potranno essere registrati dagli apicoltori e operatori delle ASL, attraverso un sistema informatico fornito dal Sistema informativo Veterinario cui si potrà accedere tramite il portale del Ministero della Salute. La produzione di miele, Made in Italy , lo scorso anno è stata dimezzata a causa degli altenalenanti cambiamenti climatici che sta favorendo la presenza dell’Aethina Tumida, un coleottero capace di determinare la fuga di interi sciami ai quali sottrae polline, miele e mangia le larve. Aumentano così le importazioni in Italia di miele dall’Ungheria, dalla Spagna, dalla Cina, dall’Argentina e perfino dalla Romania, Paesi in cui non esiste una legislazione che impedisca coltivazioni Ogm. La Col diretti, in merito, fa sapere che, per avere la garanzia di acquistare miele al 100% italiano e quindi Ogm-free, è necessario ricercare le etichette che riportano la dicitura “Italia”. Mentre se si legge “miscela di mieli originari e non originari della CE” è miele no Made in Italy e perciò privo della garanzia no Ogm.


Tag:, , , , , , ,