Il rischio di contrarre l’Alzheimer varierebbe a seconda del clima dove si vive. Infatti, secondo uno studio condotto dai ricercatori dell’Università di Edimburgo, in Scozia chi godrebbe di più giorni soleggiati avrebbe meno rischi di contrarre la patologia rispetto a chi vive nelle zone fredde del Nord. La causa è da ritrovarsi nell’abbassamento della vitamina D che soi trova all’origine dell’insorgere della malattia neuro-degenerativa. L’analisi è stata condota su un campione di cittadini svedesi e scozzesi, suddivisi per collocazione geografica e latitudini ed i risultati hanno evidenziato che chi viveva nella parte più settentrionale del paese sviluppava una probabilità superiore dalle due alle tre volte di sviluppare la malattia rispetto a chi abitava nelle regioni del sud. Quindi l’importanza della luce solare e della vitamina D, in questi casi si collocherebbe al pari della correttezza dell’alimentazione e dello stile di vita.


Tag:, , , ,