Le e-cig sarebbero 15 volte più cangerogene delle sigarette tradizionali colpa del formaldeide che viene rilasciata 2,5 volte in più rispetto alle sigarette tradizionali. Questo l’esito dello studio del New England Journal of Medicine. Per capirci, la sostanza, in questione, è utilizzata nelle produzioni di manufatti, rivestimenti e schiume isolanti e oltre ad incidere in termini di tumori alla gola e al naso e di leucemia sulla nostra salute, ha il potere di interferire anche con i legami tra Dna e proteine. I ricercatori hanno condotto l’analisi su un modello polmonare per valutare l’effetto dell’inalazione di formaldeide e hanno scoperto che vaporizzare 3 milligrammi di liquidi per sigarette elettroniche ad alto voltaggio può generare 14 milligrammi di formaldeide. Una quantità che un fumatore di tabacco inalerebbe dopo venti pacchetti. “La convinzione diffusa è che le sigarette elettroniche sia sicure anche dopo un anno di utilizzo continuo” ha detto James F. Pankow, professore della Portland State University. “Ma i reali rischi dell’uso delle e-cig vanno verificati dopo dieci o quindici anni”. Un consiglio è solo smettere e basta.


Tag:, , , , , ,