Il chewing-gum  può eliminare fino a cento milioni di batteri nella nostra bocca, ma attenzione deve essere senza zucchero, in caso contrario i microbi potrebbero addirittura proliferare, e questo favorirebbe il formarsi della placca e perciò della carie, non solo può anche indebolire lo smalto dentale e le gengive. Questo è il risultato di una ricerca condotta dal Centro medico universitario dell’università olandese di Groningen e pubblicata sulla rivista Plos One. Secondo gli esperti sarebbe un aiuto valido come il filo interdentale, ma non agirebbe solo in un determinato posto nella bocca, ma su tutta la superficie, farebbe insomma da spazzino anche per la lingua e fondamentali sarebbero i primi 30 secondi da quando si inizia a masticare, quando xilitolo e menta sarebbero al massimo.


Tag:, , , ,