Da una scoperta tutta italiana arriva una farina che “inganna” l’intolleranza dei celiaci, migliorando la loro vita. Un gruppo di ricercatori dell’Istituto di Scienze dell’Alimentazione del Cnr di Avellino ha messo a punto un metodo scientifico innovativo che consente di “detossificare” la farina, nascondendo all’organismo le tossine del glutine ed evitando così la reazione infiammatoria e senza alterare le proprietà organolettiche dei cibi. I risultati di questa ricerca saranno pronti prima dell’estate e si cercherà di immentere sul mercato, entro l’anno, la farina tanto attesa da chi , appunto è intollerante al glutine. “Un’alterata risposta infiammatoria verso il glutine è alla base della patologia celiaca – spiega il ricercatore senior Mauro Rossi – la strategia innovativa sviluppata al Cnr consiste in un trattamento enzimatico effettuabile direttamente sulle farine o semole di grano in grado di mascherare le sequenze tossiche del glutine. Quindi con questa formula il glutine non viene più riconosciuto dai linfociti responsabili dell’infiammazione”.


Tag:, , , , , , ,