Dagli Usa arrivano le zanzare Ogm, create in laboratorio per combattere le malattie tropicali portate in Europa dalle zanzare tigri. Dai laboratori della Florida è tutto pronto manca solo il via libera dell’ente statunitense per il controllo dei farmaci (Fda). Questi insetti geneticamente modificati andrebbero a contrastare in particolare le Aedes Aegipti, le zanzare responsabili della trasmissione di malattie tropicali come Dengue e Chykungunya. ”Dopo anni di spray le zanzare hanno sviluppato resistenza alla maggior parte degli insetticidi, spiega Michael Doyle, entomologo del Mosquito Control District, all’emittente pubblica Npr. Ora vogliamo essere i primi negli Usa a provare qualcosa di nuovo”. Le zanzare sono sempre delle Aedes Aegipti ingegnerizzate con geni di due virus, di corallo e di cavolo. Gli esemplari risultanti danno vita a prole che muore prima di raggiungere l’età adulta. Il piano è di rilasciare nell’ambiente solo maschi, che non pungono l’uomo, permettendo loro di accoppiarsi con le femmine ‘autoctone’, trasmettendo così tutti i geni acquisiti alla prole e abbassando la popolazione. Nei test precedenti, afferma l’azienda, si è avuto fino al 96% di riduzione della popolazione delle zanzare. ”Gli esemplari che rilasciamo non vivono molto a lungo, spiega Derric Nimo, capo della ricerca di Oxitec. Abbiamo visto che dopo i test, quando interrompiamo il rilascio, le zanzare Ogm non restano molto a lungo nell’ambiente”.


Tag:, , , , , , ,