I ricercatori dell’università di Lovanio in Belgio e dell’Istituto di medicina tropicale Pedro Kouri a L’Avana avrebbero scoperto un nuovo ceppo dell’Hiv a Cuba. Il virus in questione sarebbe molto aggressivo rispetto ai 30 tipo fino ad oggi identificati e quindi nelle persone infette avrebbe una carica virale più elevata, perciò manifesterebbero una maggiore rapidità di sviluppare l’Aids, infatti sarebbe in grado di portare alla malattia dopo soli tre anni contro i 6/10 anni degli altri tipi conosciuti. Lo studio è stato condotto su 95 persone molte delle quali hanno sviluppato la malattia prima di rendersi conto di essere sieropositivi. Per gli scienziati si tratterebbe di un ceppo più difficile da diagnosticare e più resistente alle terapie oggi a disposizione.


Tag:, , , , ,