Secondo una ricerca del Leeds Institute for Rheumatoc and Musulosckeletal Medecine britannico fare uso troppo prolungato di paracetamolo per curare artrite, febbre e dolori articolari, induce un aumento del rischio di infarto e ictus, ipertensione e di problemi gastrointestinali almeno del 68%. L’analisi è stata condotta su campione di 666 mila pazienti in tutto il mondo divisi in otto diverse ricerche, che hanno assunto quotidianamente paracetamolo fino ad un massimo di 14 anni per lenire i forti dolori causati da atrite o gravi mal di schiena. Considerando che il paracetamolo è  il primo farmaco da banco  antipiretico e antidolorifico più prescritto al mondo,il professor Philip Conaghan, capo della ricerca ha affermato: «Anche se le percentuali di rischio sono abbastanza contenute, i medici dovrebbero considerare l’ipotesi di prescrivere ai propri pazienti degli antidolorifici alternativi al paracetamolo».

 


Tag:, , , , , , ,