E’ tutta napoletana la creazione di un nuovo dolcificante che prenderà il posto dello zucchero. L‘Università di Napoli con l’aiuto delle biotecnologie ha dato vita ad un dolcificante  a zero calorie, ma tremila volte più dolce, ideale per diabetici  e obesi, grazie ad una proteina contenuta in un arbusto africano, infatti secondo i ricercatori un grammo ha lo stesso potere dolcificante di tre chili di zucchero. Secondo la ricercatrice Serena Leone:  “Per il nostro dolcificante  ci siamo ispirati ad una proteina dolce presente in natura, la monellina, che mezzo secolo fa è stata scoperta nelle bacche di un arbusto selvatico africano dai ricercatori del Monell Chemical Senses Center di Philadelphia, l’istituto da cui ha preso il nome”, ma siccome la monellina risulta difficile da estrarre e instabile alle alte temperature, “abbiamo dunque pensato di modificare lievemente la sua struttura molecolare, continua la Leone , sfruttando un processo di fermentazione portato avanti da batteri geneticamente modificati che si nutrono di scarti alimentari”, stabilizzandola anche a 100 gradi e  rendendola utilizzabile anche dentro al caffè.


Tag:, , , , , ,