Sono sempre più numerose, le cosidette sopravvissute, le donne che dopo aver subìto l’intervento della rimozione parziale o totale delle mammelle si lasciano tatuare proprio questa parte del corpo per nascondere le cicatrici. Allora via alla più fervida immaginazione con fiori, farfalle e quant’altro, per sentirsi di nuove belle e libere di guardarsi allo specchio. David Allen, uno dei tanti artisti che si prestano a questa pratica, afferma: “Trasformiamo lo sterile nel sensuale, il segno di un’operazione in qualcosa di nuovamente bello”.


Tag:, , , ,