Ad oggi sono 6 milioni gli italiani allergici alle graminacee per l’esplosione del polline. I dati arrivano direttamente dalla Società Italiana di Allergologia, Asma ed Immunologia Clinica (Siaaic), che spiega: “Questo caldo improvviso al termine della stagione delle piogge ha fatto in modo che l’impollinazione sia avvenuta in maniera ancora più evidente del solito”. Per la sua cura Oliviero Rossi della Siaaic, afferma: “si consigliano i vaccini antiallergici in compresse o gocce sublinguali che vanno somministrate 3-4 mesi prima della fioritura. Questa cura è da proseguire fino all’arrivo della stagione dei pollini. In alternativa, per i ritardatari, ci sono anche i nuovi farmaci per uso locale in spray che comprendono antinfiammatori e antistaminico per bloccare i sintomi. Bastano una settimana o 10 giorni per avere sollievo”.  Ma l’ideale naturale è sempre una gita al mare!


Tag:, , , , ,