La disfunzione erettile è un disagio per molti uomini, ma potrebbe avere il suo “lieto fine” con un tocco al sapore di caffeina. Infatti, un gruppo di ricercatori dell’Università del Texas avrebbe scoperto che un quantitativo tra gli 85 e i 170 milligrammi di caffeina al giorno è in grado di ridurre del 42% il rischio di disfunzione erettile e calerebbe al 39% per chi invece ne consuma tra 171 e 303 milligrammi al giorno. Secondo l’analisi effettuata la caffeina attraverso meccanismi metabolici indurrebbe le arterie del pene a rilassarsi facendo, così, aumentare  il flusso sanguigno. Il  tutto funzionerebbe allo stesso modo anche per quanto riguarda l’assunzione di thè o bevande gassate e poco importa se si è in sovrappeso, obesi o ipertensi, mentre il problema si avrebbe per i diabetici. A questo proposito il dottor David S. Lopez, autore dello studio ha spiegato: “Abbiamo riscontrato una riduzione della prevalenza di disfunzione erettile negli uomini obesi, in sovrappeso o ipertesi, ma ciò non è accaduto in chi invece era affetto da diabete, che rappresenta uno dei più forti fattori di rischio per la disfunzione erettile, quindi questo non è sorprendente”.


Tag:, , , , , , , ,