E’ Zoran Nenadic l’autore dello studio che ha reso possibile la realizzazione della tuta bionica, che materializzarà i sogni di tutti i paraplegici: ritornare a camminare. Supportato dal team della University of California,  Nenadic ha spiegato che il meccanismo utilizzato “parte” da un elettroencefalogramma che raccoglie gli impulsi cerebrali e li trasferisce agli elettrodi posizionati sulle gambe proprio come si trattasse di “nervi” veri e propri. La tuta è stata sperimentata da un 26enne americano, paraplegico da 5 anni in seguito ad un trauma spinale, che grazie all’abbigliamento “speciale” ha percorso appena 4 metri, ma che sono bastati a rendere, gli esperti,  tutti ottimisti e che in seguito hanno dichiarato: “Anche dopo anni di paralisi  il cervello può produrre onde elettriche in grado di indurre i muscoli ad attivarsi e le gambe a muoversi, recuperando un controllo intuitivo degli arti senza l’uso di alcun apparecchio invasivo“.


Tag:, , , , ,