Una ricerca giapponese dell’Università di Osaka condotta sui topi ha individuato la proteina nel seme maschile: la calcineurina, che se bloccata potrebbe dar vita ad un nuovo metodo di contraccezione. Infatti la proteina, presente anche negli uomini svolgerebbe un ruolo molto importante per la regolare fertilità maschile. Inibendo la calcineurina mediante farmaci, nell’arco di 4/5 gg hanno capito che i topi maschi anche accoppiandosi non erano in grado di fecondare l’ovulo, praticamente i lori spermatozooi erano inerti, ma allo stesso tempo “mobili”. Nonostante ciò, la loro fertilità ritornava normale dopo una settimana circa dalla sostensione del farmaco. Tutto questo lascia ben sperare che in un futuro non molto lontano si potrebbe anche creare un farmaco per la contraccezione, stavolta, maschile.


Tag:, , , , , , ,