Anche se sono sostanze naturali e ritenute antitumorali, il selenio, il licopene ed estratti di tè verde, contenuti in molti integratori anche naturali, potrebbero aumentare il rischio di cancro alla prostata. Lo studio è stato condotto dalla Città della Salute di Torino, iniziato nel 2008, pubblicato sulle riviste Nature Reviews Urology eThe Prostate. Il campione di persone preso in esame era affetto già da una malattia pre-tumorale della prostata, ed è stato diviso in due gruppi: ad un primo gruppo sono stati somministrati per sei mesi “pilloloni” contenenti alte dosi delle tre sostanze antiossidanti nel mirino, mentre al secondo, invece, è stato somministrato lo stesso quantitativo di integratori contenenti però una sostanza placebo (amido). Ebbene dopo i test effettuati il primo gruppo ha sviluppato una rischio tre volte maggiore di contrarre tumore alla prostata rispetto al secondo. Nemmeno i ricercatori speravano in un risultato così evidente, infatti secondo Paolo Gontero, leader del team di ricercatori: “Personalmente temevamo che non saremmo riusciti a dimostrare l’efficacia di queste sostanze a causa della durata relativamente breve del trattamento. Mai ci saremmo aspettati  di dover constatare un effetto opposto a quanto avevamo sperato”.


Tag:, , , , , , , , ,