Avete presente le diciture sugli alimenti: “consumare preferibilmente entro”, “data di scadenza” e “da consumarsi entro”, tra di loro c’è molta differenza , ma si butta via tutto nel momento in cui si oltrepassa quella data. Rispettivemente le diciture sopra riportate stanno a significare: che dopo la data indicata l’alimento è ancora commestibile, che non è sicuro mangiare quel cibo oltre la data riportata, e l’indicazione entro cui l’alimento deve essere consumato. Per riportare chiarezza e trasparenza sulla questione, che è da sempre “nodo” di polemica, l’ingegnere britannico Dan Cluderay ha deciso di realizzare una lista di dieci cibi che posso essere mangiati anche dopo la data di scadenza, a patto che siano correttamente sigillati, quindi la lista fa rifermento alla categoria “consumare preferibilmente entro” e sono:

1. Latte – Semplice: se l’odore emesso è cattivo, non va consumato.

2. Uova – I vecchi metodi funzionano sempre: se immerse in una ciotola d’acqua le uova galleggiano, allora vuol dire che al loro interno si sono accumulati batteri e gas nocivi. Viceversa, se affondano, si possono ancora mangiare.

3. Cioccolato – La conservazione “prolungata” è garantita dalla quantità di zucchero contenuta nelle tavolette.

4. Yogurt – Può durare fino a sei settimane oltre la data di scadenza. Nel caso in cui si creasse uno strato di muffa, basta rimuoverla e mangiare la quantità sottostante.

5. Formaggio a pasta dura o stagionato – Anche in questo caso, in presenza di muffa, è sufficiente raschiare via la patina superficiale. Pratica assolutamente non valida per i formaggi a pasta molle.

6. Patatine – Di certo non il cibo più salutare del mondo, ma grazie alla presenza del sale la data di conservazione si prolunga ulteriormente.

7. Ketchup – Può essere consumato anche un anno oltre la data di scadenza, al patto che venga conservato “in un luogo fresco e asciutto” o in frigorifero.

8. Pane – Se appare un po’ indurito o stantio, basta riscaldarlo nel forno. A patto, però, che non presenti alcuna traccia di muffa.

9. Riso – Può durare mesi oltre la data di scadenza, anni se conservato sottovuoto.

10. Frutta e verdura – Anche in questo caso vale la regola empirica: se non c’è traccia di muffa e se gli alimenti non sono “mollicci”, allora si possono mangiare tranquillamente.


Tag:, , , , , , , ,