Ormai è stata definita per gli “addetti ai lavoro” : la nuova malattia dell’era moderna. E’ la perdita di ciclo mestruale, che interessa il 15% delle adolescenti e post-adolescenti nella fascia 16/25 anni. Tra le cause secondo gli esperti: diete drastiche, eccessivo sport e stress. Secondo Andrea Genazzani, presidente del 17esimo Congresso della Società internazionale di ginecologia endocrinologica, è possibile guarire affermando che “le teenager vengono sottoposte ad una terapia ormonale sostitutiva mirata a facilitare la ripresa funzionale a livello ormonale, ma è fondamentale che la terapia sia personalizzata ed anche affiancata da un supporto psicologico”. Ma, un’altra causa dell’irregolarità del ciclo è da ritrovare anche nella policistosi ovarica “caratterizzata da aumento di peso e della massa muscolare ed il cui sintomo primario è proprio l’irregolarità del ciclo”, ha sottolineato il ginecologo, e la cui “causa principale è l’età avanzata in cui si arriva alla prima gravidanza. Tra le cause c’è anche un’alimentazione troppo ricca di carboidrati e zuccheri”. Al Congresso previsto dal 2 al 5 marzo a Firenze, inoltre, si parlerà anche di contraccezione, “non solo come mezzo per evitare gravidanze indesiderate”,come afferma Genazzani, ” ma anche come ‘terapia’ per la cura di varie malattie ginecologiche come, ad esempio, l’endometriosi”.


Tag:, , , , , , , ,