Attacchi di panico? Ansia? Iperventilazione? Grazie alle tecniche del respiro si possono superare questi momenti da incubo che ci sembrano interminabili. Ecco tutti i consigli per riacquistare serenità e calma:

- se all’improvviso siete colti da forte stress o agitazione, basta aprire la finestra e fissare il punto più lontano che si riesce a focalizzare con lo sguardo, respirare profondamente e contare i  respiri. Inizierà a ritornare la calma e si percepirà il vuoto mentale cosicchè l’ansia diminuirà;

- in caso di ansia acuta il nostro corpo volontariamente o involontariamente inizierà a respirare sempre più velocemente, dato che si sta verificando uno scompenso nell’equilibrio fra ossigeno e anidride carbonica. In questo caso meglio respirare profondamente, in maniera regolare e lento;

- la meditazione mindfulness, aiuta molto in questi casi. E’ un tipo di meditazione che viene considerato come un allenamento alla consapevolezza. In questo caso meglio poggiare i piedi sul pavimento e mentre si respira si deve cercare di visualizzare le diverse aree del corpo e cercare di sentire le sensazioni che emergono;

- training autogeno, si attua questa tecnica, quando si cerca di far venire a galla tutte le nostre emozioni più profonde e con loro ansia, paura, gioia e tristezza e senza cercare di fermarle si tenta di visualizzare un colore o un paesaggio in grado di darci conforto. Questa tecnica di rilassamento psicocorporeo aiuta a ristabilire gli equilibri funzionali alterati attraverso la creazione di immagini che percepiamo come positive;

- crearsi uno spazio virtuale. Immaginare un paesaggio o un colore, che ci dia serenità, già questo contribuisce a crearci uno spazio virtuale e immaginando che la luce del sole ci “invada” mentre inspiriamo fa sì che la mente si svuoti da tanti pensieri opprimenti e che  sia più leggera e libera, finchè raggiungiamo il senso di pace interiore.


Tag:, , , , , , , ,