Secondo una ricerca guidata dalla professoressa Vicki Clifton della Scuola di pediatria e salute riproduttiva dell’ dell’Università di Adelaide, i feti femminili, più piccoli e più resistenti, affrontano meglio lo stress prolungato causato all’organismo della madre da fumo, alcol o infezioni.