Nell’antichità la donna che aveva il ciclo mestruale veniva considerata infetta, impura o addirittura malata, questo per il semplice fatto che non si dava una spiegazione logica a quelle perdite di sangue che avvengono mensilmente e anche perché durante le mestruazioni la donna non poteva essere fecondata.