Posts Tagged ‘sperimentazione metodo zamboni’

L’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara ha dichiarato concluse sia la fase di reclutamento che di intervento, di pazienti affetti dalla Sclerosi multipla,  riguardante lo studio “Brave Dreams”, il cosiddetto “metodo Zamboni” che prevedeva, appunto, diverse fasi: il reclutamento, l’intervento e la valutazione, nel tempo, del risultato clinico. Tra un anno saranno disponibili tutti i dati per [...]

Sclerosi multipla, forse causata da un batterio

By Giaden + aprile 19th, 2011

Una nuova ipotesi è stata avanzata sulla causa della comparsa della sclerosi multipla. Una ricerca delle Università di Cagliari e Sassari afferma che l’imputato sarebbe un microbatterio denominato Avium Subspecies Paratuberculosis (MAP). Il microorganismo, già responsabile della paratubercolosi de ruminanti, contiene una proteina molto simile a quella umana che scatenerebbe la malattia. La presenza del [...]

E’ necessaria una doverosa precisazione in merito alla pubblicazione di un nostro articolo sulla sperimentazione del metodo Zamboni da parte dell’Aism. Ebbene da tale sperimentazione il Prof. Zamboni ha preso le distanze, poichè ha contestato fortemente la metodologia approvata dal comitato sperimentatore, di cui lui faceva parte e dal quale si è dimesso con documento [...]

Finalmente ci siamo. Sta per iniziare il reclutamento dei soggetti per lo studio dell’Aism sulla CCSVI, ovvero l’insufficienza venosa cerebro-spinale cronica, che, secondo il professor Paolo Zamboni, sarebbe tra le cause della Sclerosi multipla (Sm).

A Napoli è uno studio scientifico sul Metodo Zamboni nel reparto di Radiologia vascolare del Policlinico Federico II di Napoli. Il responsabile del progetto è il professor Vittorio Iaccarino. Il Policlinico Federico II di Napoli, in Italia, è il primo ed unico ospedale pubblico a fornire questo servizio. Lo studio in questione cercherà di trovare [...]

Sclerosi multipla, metodo Zamboni, numeri utili

By Giaden + novembre 5th, 2010

In attesa del riconoscimento scientifico da parte del Consiglio superiore della Sanità, nessuna struttura pubblica è al momento autorizzata dal metodo Zamboni. In qualche Regione che lo consente, la legge permette di effettuare diagnosi e trattamento a carico dello Stato, oppure in regime di intramoenia. Sconsigliato il ricorso all’estero dallo stesso Zamboni, ecco alcune notizie [...]

Al congresso internazionale dedicato alla sclerosi multipla, l’Ectrims (European Committee for Treatment and Research in Multiple Sclerosis), tenutosi a Goteborg, in Svezia, è stato presentato il fingolimod, il primo farmaco per via orale per il trattamento della sclerosi multipla, che ha impegnato i ricercatori della Novartis per sette anni.

Il prof. Paolo Zamboni chiede risposte in tempi brevi sull’autorizzazione o meno a studi clinici a livello esteso sul suo trattamento della sclerosi multipla curando l’insufficienza venosa cronica cerebro-spinale (ccsvi)per evitare speculazioni ed usi indebiti del suo metodo.

La Regione Emilia Romagna ha già dato un primo via libera alla sperimentazione del metodo del professor Paolo Zamboni per combattere la sclerosi multipla. Da circa un mese il progetto è valutato del comitato etico del Sant’Anna di Ferrara, dove il professore opera.



Ultimi articoli

Nella dieta “da rientro” l’alimento preferito è il pesce

Le vacanze ormai sono finite, e molto spesso il souvenir per eccellenza, che ci portiamo a casa nostra sono i chili di troppo. La pancetta al rientro è un must. Adesso è il momento di giocarci la carta della dieta “da rientro” a base di pesce preferita da 3 italiani su 4. Le  propriet[...] Continua..